Immagine: Nicolò Degiorgis, Safina Nuh, 2015. Courtesy of the artist 

I luoghi comuni sulla migrazione rivisitati da 12 artisti altoatesini

Affinare la percezione su luoghi comuni e (pre)giudizi sulla migrazione: nasce con questo spirito “Displaced Positions” il progetto realizzato dalla Biblioteca Provinciale Dr. Friedrich Teßmann di Bolzano in collaborazione con Museion, il Servizio di coordinamento per l’integrazione della Provincia Autonoma di Bolzano e l’Ufficio biblioteche e lettura. Dodici  artiste e artisti altoatesini sono stati invitati a realizzare altrettante cartoline, che rappresentano il personale spostamento – displacement – di una posizione o punto di vista – position – sul tema della migrazione, come comunemente diffuso nell’opinione pubblica. Per un anno, ogni mese sarà pubblicata una nuova cartolina. Le cartoline, che fungono anche da segnalibro, sono consegnate per ogni libro preso in prestito in biblioteca. Le immagini possono essere raccolte e incollate su un grande calendario a muro, che offre anche lo spazio per annotare pensieri, notizie ed esperienze. Calendari e cartoline sono disponibili gratuitamente presso le biblioteche aderenti.

Gabriela Oberkofler ha firmato la prima immagine della serie con l’opera “Du riechst gut / Hai un buon odore / You Smell Good”. “Safina Nuh” (barca di Noè) è invece il titolo dell’immagine di Nicolò Degiorgis: una particolare barca di Noè allude alle condizioni bestiali in cui si trovano a viaggiare i migranti e alla loro speranza di salvezza.

Hanno aderito al progetto gli artisti: Julia Bornefeld, Arnold Dall’O,  Nicolò Degiorgis, Hannes Egger, Silvia Hell, Saman Kalantari, Brigitte Mahlknecht, Gabriela Oberkofler, Serena Osti, Simon Perathoner, Franz Pichler, Sara Schwienbacher.

See more here.

 

Advertisements